[ Free Best ] Sbronza triste: Storia di un vizioAuthor Maurizio Zeno – Hometrainer-tests.de

SBRONZA TRISTE Storia di un vizio Quindi mi immersi nellaria umida della sera e camminai in direzione del fiumeVolevo trovare un posto tranquillo per scolarmi quel whiskey, bere fino a svenire Silvia era un chiodo arrugginito piantato a fondo nel mio petto, troppo a fondo per estrarloQuando si sveglia una mattina di tarda primavera, Hank inizia un viaggio che lo porter attraverso la citt e dentro s stesso Si isolato, progressivamente, da tutto e tutti Ha perso il lavoro, ha rinnegato la famiglia e gli amici, e si lasciato andare a un disperato alcolismo un ubriacone, poco pi di un vagabondo Vive in un appartamento da cui sar presto cacciato e non gli importa Gli basta rimanere ben fornito di alcolici whiskey, vino, birra Basta bere, che sia in un bar malfamato o in parco frequentato da tossici indifferente, purch serva a mantenere quello stato di semi incoscienza che gli permette di ignorare la solitudine, il senso di colpa e la paura di finire in mezzo a una strada E poi c lei, Silvia, che lo riporta in vita scuotendolo nellanima e facendogli intravedere la felicit per poi ributtarlo nel suo inferno personale Come un moderno Bukowski accoglie la sua dipendenza come rimedio alla impossibile e allassurdit della vita Alla fine il desiderio di riscatto lo porter a mettere in discussione la sua visione cinica dellesistenza Dovr lottare contro s stesso e entrare in contatto con gli altri Dovr sporcarsi le mani e fare a pugni toccare il fondo per poi rinascereClicca su Leggi l estratto sulla copertina del libro e leggi le prime pagine gratisTrovi il FORMATO CARTACEO cliccando su Maurizio Zeno, sotto il titolo


8 thoughts on “Sbronza triste: Storia di un vizio

  1. Gianluca Gianluca says:

    Allora, era gratis e l ho comprato Mi ha attratto perch mi sempre piaciuto questo tipo di personaggi Quelli disperati e sconclusionati, ma anche pieni di passione e sempre alla ricerca di un senso dell esistenza che vada al di l della mera quotidianit.Insomma mi piaciuto un sacco, mi sono appassionato e ho tifato per Hank fino alla fine C tutto un a impossibile, una dipendenza, un po di azione vecchia maniera e certe idee molto interessanti sull arte e sulla vita.Unica pecca la lunghezza della storia, io sono abituato ai tomi da 600 pagine, e per questo ho dato 4 stelle Ma a parte questo l ho divorato.


  2. Federica Federica says:

    La storia ai margini della societ malinconica ma ricca di forza al contempo Una lettura troppo breve ma consigliatissima a chiunque abbia una certa famigliarit con l uso e abuso di alcool non da soluzioni, cruda e sfacciata come il suo protagonista.


  3. Mr Flanagan Mr Flanagan says:

    Interessante lettura leggera, diversi i temi toccati con garbo e ben connessi tra loro L autore un emergente torinese che seguir con interesse Consigliato.


  4. luca luca says:

    Libro che mi ha attratto dal titolo molto particolare, la parte dell incontro davvero intensa e molto ben scritta Stile scorrevole che si fa leggere piacevolmente.Il componimento finale davvero molto profondo e intenso.


  5. Alessandro Cavina Alessandro Cavina says:

    Libro scritto molto bene, lettura molto fluida e piacevole Vivamente consigliato, sopratutto per gli amanti del buon caro e vecchio Bukowski.


  6. Elisa Elisa says:

    Ho comprato il formato digitale e mi piaciuto talmente tanto che quando ho visto che si poteva acquistare il cartaceo non ho resistito e me lo sono concesso


  7. Elisa Elisa says:

    Sono rimasta piacevolmente colpita nello scoprire che anche nella nostra epoca si possa trovare uno scrittore con lo stesso animo e lo stesso occhio clinico rivolto al fiele della quotidianit come se ne avevano nell era della beat generation Per me che amo scrittori irriverenti come Bukowski, Palaniuk, e chi pi ne ha pi ne metta, stata una lettura godevole.La storia, la crescita spirituale del protagonista, i luoghi, le situazioni, mi hanno completamente assorbita Non vedo l ora di buttarmi a capofitto nella raccolta di racconti


  8. MuatyLand MuatyLand says:

    Sbronza triste una storia contemporanea, Maurizio Zeno l Autore parla attraverso Hank, un ragazzo come tanti, disadattato come tanti Hank l incarnazione degli errori commessi dai suoi predecessori, gli stessi che hanno creato il benessere economico del dopo guerra, e che hanno utilizzato la tecnica come fine, come scopo di vita, uccidendo l umanit dell uomo La tecnica infatti non tende a uno scopo, non promuove un senso, non apre scenari di salvezza, non redime, non svela la verit , ma incline solo al proprio potenziamento.Hank incolpa s stesso di un male che un male platonico, ma lui non lo sa, e annega come egli stesso ammette, il cervello nell alcol, anelando l oblio oblio dei sensi Silvia la sua musa, una ragazza conosciuta all universit e che finir per mettersi con Giorgio, un ragazzo benestante che le offre una vita di agi In questo scenario Hank decide di farla finita tentando di gettarsi da un ponte Ma, all ultimo momento, la salvezza arriva nelle vesti di un artista Frank che dipinge, e che lo ritrae proprio nel momento cruciale Frank ospita Hank in casa sua e tramite lui conosce Emma, una ragazza appassionata di quadri Tramite Emma, Hank riaffiora dalle sue ceneri per rinascere a nuova vita.Ho letto Sbronza triste senza interruzioni, immedesimandomi a tratti, nella leggerezza della mente prodotta da un vino aromatico che mi sembrava di degustare insieme alle parole dell Autore Dunque potrei definire questa lettura un viaggio dei sensi, da quelli gustativi, a quelli dell arte, fonte di salvezza.muatyland.com