[download Prime] Senza salutare nessuno: Un ritorno in IstriaAuthor Silvia Dai Pra – Hometrainer-tests.de

Scoprii che esiste un altra parola per definire una foiba, dolina, e provai a usarla per sostituire quel brutto termine nella mia testa dolina portava con s tutta una languida atmosfera ungarettiana, mi faceva sentire una docile fibra dell universo Ma non ce l ho fatta il termine dolina non ha attecchito Non si pu mettere in mezzo la poesia per attenuare il suono dei cadaveri che scricchiolano sotto le scarpeL Istria un luogo meraviglioso per passarci le vacanze Piccoli paesi tranquilli, case da affittare, spesso con una piscina appena costruita E il mare vicino, sempre visibile anche dai colli Ma Silvia a Santa Domenica di Albona non andata per la spiaggia a due passi o per la rakija che tutti ti offrono Ci andata per scoprire la verit su un segreto che ha sempre gravato sulla sua famiglia perch il bisnonno Romeo Martini, nato Martincich, finito nella foiba di Vines Perch la nonna, i suoi fratelli e sua madre se ne sono andati una mattina di novembre delComincia cos un indagine durata due anni, tra archivi perlopi andati distrutti, lettere strappate, vecchie fotografie, mail spedite a tutti gli angoli del mondo che raramente hanno avuto risposta Il risultato questo libro, coraggioso e al tempo stesso ironico e lieve, che, mentre prova a riportare alla luce le vicende e il destino di una famiglia, affronta il tema delle conseguenze, per generazioni, della violenza subita e delle sofferenze, delle amnesie e dei silenzi necessari per continuare a vivereScoprii che esiste un altra parola per definire una foiba, dolina, e provai a usarla per sostituire quel brutto termine nella mia testa dolina portava con s tutta una languida atmosfera ungarettiana, mi faceva sentire una docile fibra dell universo Ma non ce l ho fatta il termine dolina non ha attecchito Non si pu mettere in mezzo la poesia per attenuare il suono dei cadaveri che scricchiolano sotto le scarpeL Istria un luogo meraviglioso per passarci le vacanze Piccoli paesi tranquilli, case da affittare, spesso con una piscina appena costruita E il mare vicino, sempre visibile anche dai colli Ma Silvia a Santa Domenica di Albona non andata per la spiaggia a due passi o per la rakija che tutti ti offrono Ci andata per scoprire la verit su un segreto che ha sempre gravato sulla sua famiglia perch il bisnonno Romeo Martini, nato Martincich, finito nella foiba di Vines Perch la nonna, i suoi fratelli e sua madre se ne sono andati una mattina di novembre delComincia cos un indagine durata due anni, tra archivi perlopi andati distrutti, lettere strappate, vecchie fotografie, mail spedite a tutti gli angoli del mondo che raramente hanno avuto risposta Il risultato questo libro, coraggioso e al tempo stesso ironico e lieve, che, mentre prova a riportare alla luce le vicende e il destino di una famiglia, affronta il tema delle conseguenze, per generazioni, della violenza subita e delle sofferenze, delle amnesie e dei silenzi necessari per continuare a vivere


2 thoughts on “Senza salutare nessuno: Un ritorno in Istria